Padre Madre. Cesare Cremonini (2002)



di Lolo

Stupenda canzone di uno, a mio avviso, dei pochi nuovi geni della musica italiana. Bella anche la parte del video in cui si vedono le immagini reali di Cremonini e famiglia (tra l'altro il babbo è il Cremonini dei salumi, non proprio un poveraccio...).

 

1 commenti:

MELYS ha detto...

Guarda caso hai scelto una canzone dedicata al padre e alla madre. Quelli che tutti i giorni vengono nel tuo giardino a nutrire i tuoi piumati pensieri. Credo che la chiave stia proprio qui. Alcune volte desideriamo abbattere i muri per liberare i figli della nostra mente, ed invece quel dolore non è altro che le ossa che si allungano, i muscoli che si rafforzano, le penne che bucano la pelle. Insomma quei pensieri per diventare "liberi e leggeri" hanno bisogno di crescere di svilupparsi di cambiare forma rispetto a quando sono stati generati. Solo allora potranno guardare il cortile dall'altro, ma per far questo hanno bisogno del nutrimento del padre e della madre. Ciao Francesco